L’italiano è una lingua accomodante. Le piace stare al passo con i tempi, introdurre vocaboli stranieri – principalmente inglesi – mischiarsi per creare qualche nuova parola. E se ci si sofferma sull’inglese e sul rapporto che quest’ultimo ha con l’italiano, si può creare un neologismo – che tanto neologismo non è – cioè : “Itanglish”. E sì, è un po’ come con “Spanglish” ; il film del 2004 con Adam Sandler. Però, mentre i giovani – chi più, chi meno – si sono adattati velocemente a questo internazionalismo, la maggior parte degli adulti brancola ancora nel buio. Ogni tanto parlando con i “grandi” è facile intuire quanto si sentano “piccoli” in questo mondo fatto di collegamenti invisibili e parole sconosciute. Perciò, ecco altri 5 vocaboli inglesi (spam, editing, slow-motion, stand-up comedy, time-lapse) per sentirsi un po’ più cittadini del mondo e, come si dice oggigiorno per “stare sul pezzo”.

Editing

L’editing è associato principalmente a due mondi: quello dell’editoria e dell’informatica. Deriva dal verbo inglese “to edit” che tradotto in italiano è quasi la Divina Commedia in criterio di lunghezza, e cioè : “curare l’edizione di un’opera”. E se per l’editoria l’editing permette di non pubblicare strafalcioni, a livello digitale aggiunge un tocco in più. E’ una serie di procedimenti che permettono di apportare modifiche a un film, un programma televisivo, radiofonico o un semplice video. Avviene un vero e proprio montaggio di musiche, immagini, effetti visivi. L’editing, soprattutto per alcuni canali Youtube è l’anima dell’intrattenimento. E per capire meglio di cosa si sta parlando, ecco due video da vedere: “E’ finito il vino” di Nocoldiz e “2 pomeriggi con 1 amico” di Luis.

Spam

Non vi capita mai che un amico voglia attirare la vostra attenzione e cominci a inviare numerose frasi sconnesse e mille emoticon? Il vostro cellulare continua a vibrare e i nervi sono ormai a fior di pelle. Beh, anche se in modo anticonvenzionale, si parla di spam. Lo spam è l’invio o la ricezione di un messaggio indesiderato che reclamizza un servizio o un prodotto. Rappresenta la versione elettronica della posta pubblicitaria. Le offerte commerciali proposte sono tentativo di truffa e gli “spammer” – coloro che attaccano gli account di posta elettronica, la messaggistica istantanea e i social network – possono assumere l’identità di amici o famigliari. Lo strumento più adatto per contrastarlo è l’antivirus e l’antispam.
E per chi non lo sapesse, “spam” trae origine da uno sketch comico del 1970, ma per assurdo oggi non ha più niente a che fare con la comicità.

Stand-up comedy

“Humanity” di Ricky Gervais è la rappresentazione perfetta di quello che è la stand-up comedy. E’ una forma di spettacolo in cui uno “stand-up comedian” , cioè un cabarettista si esibisce in piedi davanti a un pubblico, rivolgendosi direttamente a quest’ultimo. L’intento dell’artista è parlare della realtà odierna utilizzando un punto di vista alternativo e dissacrante, spingendo il pubblico a rivalutare il proprio modo di pensare. I temi trattati vengono affrontati con satira e un linguaggio senza filtri.
E se avete Netflix, guardate “Humanity”.

Slow-motion

Lo slow-motion, “rallentatore” in italiano nasce nel 1904 come tecnica cinematografica in grado di rendere un movimento più lento rispetto alla sua velocità reale. Può essere una tecnica premeditata e quindi prevista prima delle ripresa oppure aggiunta in fase di montaggio. Oggi è più facile utilizzarla, perché molti cellulari ne sono provvisti.
Per ricordare una grandiosa prova di slow-motion sul grande schermo si torna al 1999, con la famosa scena di Matrix in cui Neo, il protagonista del film schiva dei proiettili.

Time-lapse

“Tempo intervallo” è la traduzione italiana del time-lapse. Si tratta di una moderna tecnica di produzione video in cui singole immagini fotografiche vengono montate in successione come fotogrammi. Per questo motivo l’andamento del video è più veloce rispetto alla realtà e determina la creazione di compressioni temporali – dette anche velocizzazioni – estreme rispetto al normale svolgimento della scena. Questa tecnica di ripresa viene utilizzata per documentare i fenomeni che sarebbero impossibili da vedere nella percezione ottica ” normale”, perché avvengono in tempi dilatati con cambiamenti impercettibili.
Youtube è, come sempre, una miniera d’oro: ricco di video in cui il time-lapse mostra tramonti, albe o lo scorrere del tempo nelle persone. E non solo.