Come tornano gli italiani bloccati in Spagna per il coronavirus? Questa è la domanda che da giorni si sta chiedendo i nostri connazionali bloccati nella penisola iberica per via della sospensione dei voli fra i due Paesi. Questo articolo vi darà tutte le soluzioni possibili per tornare dalla Spagna, aggiornate al momento in cui scrivo.

La situazione attuale sul coronavirus

Come sapete, il coronavirus è stato dichiarato pandemia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Inoltre, l’Italia ha preso misure radicali per contrastare il virus, annullando eventi e chiudendo scuole. In queste ore molti Paesi hanno preso o prenderanno provvedimenti simili; tra questi, ci sono anche i blocchi dei voli per l’Italia, o, in alcuni casi, la chiusura delle frontiere. Chiusura che, ricordiamo, è solo in entrata nei Paesi che prendono il provvedimento. Gli italiani possono entrare in Italia, a patto che, una volta sul territorio, rispettino le direttive sugli spostamenti che vi abbiamo indicato in questo articolo.

Noi di WeGather vi raccomandiamo di seguire le procedure: ne va del bene nazionale. Solo così sarà possibile contrastare la pandemia da coronavirus, senza trasformare l’intera nazione in un lazzaretto.

Detto tutto questo, come possono tornare gli italiani bloccati in Spagna per il coronavirus? Sicuramente avrete amici o parenti bloccati laggiù, quindi vi veniamo incontro spiegandovi le soluzioni possibili.

I voli tra Italia e Spagna sono bloccati da un decreto del governo spagnolo solo per chi entra nel Paese iberico. Non ci sono problemi, a livello di disposizioni governative, per andare dalla Spagna all’Italia. Il problema è che molte compagnie – Ryanair prima fra tutte, poi seguita da Vueling e molte altre – hanno cancellato i voli, per carenza di clienti e per tutelare la salute dei loro operatori e dei piloti.

Mancano quindi i mezzi tecnici per abbandonare la Spagna per il coronavirus.

Quali soluzioni ci sono per lasciare la Spagna e tornare in Italia?

La proposta più in voga nelle ultime ore era la possibilità di una nave in partenza da Barcellona. Il mezzo sarebbe stato messo a disposizione dalla Grimaldi, che si raccomandava di comprare il biglietto online per evitare il contagio. Inizialmente sembrava che la unica destinazione fosse Civitavecchia, nel Lazio, ma la Farnesina, stamattina, riferiva di fermate anche a Porto Torres, in Sardegna, e Savona, in Liguria.

Sarebbe la prospettiva più economica e sicura. Tuttavia vi ricordiamo i numerosi casi di navi bloccate in quarantena per il ritrovamento di persone positive al coronavirus. Ricordiamo anche che il contagio da coronavirus, per chi vive in Spagna, è attualmente improbabile, con 3mila infetti a fronte di quasi 50 milioni di abitanti.

Treni ed automobili per lasciare la Spagna per il coronavirus

Treni ed automobili sembrano le opzioni più pratiche e fattibili, lasciando piena autonomia a chi vuole muoversi. Soprattutto l’automobile, infatti, consente di prendere le strade desiderate, e di evitare il contagio entrando in contatto con altre persone. Permette inoltre di non fare da vettore, non spargendo quindi il coronavirus. Tuttavia sono molto alti i costi, dato che per avere una vettura, ora, bisogna spendere circa 5mila euro, secondo quanto riportato dagli operatori della Farnesina.

I treni sono in funzione e non hanno ricevuto danni all’operatività. Si attende, in tal senso, il discorso di Macron, presidente francese, alle 20 del 12 marzo. Improbabile, comunque, che la Francia chiuda le frontiere verso Spagna o Italia. Ribadiamo la necessità di mantenere norme igieniche molto alte durante il viaggio, lavandosi le mani spesso e non toccandosi il viso. Inoltre, meglio restare, se possibile, a distanza da altri passeggeri. Potrebbe essere una scelta responsabile anche mettersi in autoquarantena dopo il viaggio, per non contagiare familiari già al sicuro da qualche giorno.

I voli di Stato per tornare dalla Spagna

Fortemente richiesti dagli italiani residenti in Spagna, i voli di Stato sono diventati un’ipotesi solo nel pomeriggio. Pare tuttavia che partiranno voli di Stato solo da Madrid, e che si dirigeranno all’aeroporto militare di Ciampino, a Roma. Per organizzare, è stato richiesto di compilare un form google che sarà ricevuto dal ministero degli Esteri. Controllate la vostra mail, in particolare se studenti Erasmus: potreste aver ricevuto indicazioni.

Ad ogni modo, aspettando per aggiornamenti, vi preghiamo di iscrivervi al servizio Viaggiare Sicuri della Farnesina, in modo da aiutare il nostro ministero degli Esteri a fornirvi assistenza.