Sono le sette. Suona la sveglia – anzi, tua mamma viene a svegliarti. La tua giornata inizia così. Con la tapparella che si alza – non sai chi la stia tirando su perché sei ancora addormentato – la finestra che si apre lasciando entrare il gelido respiro invernale. Uno sguardo all’attaccapanni, prendi i pantaloni già a mano, apri il cassetto e scegli una maglietta. Poi ti accorgi che fa a pugni con quei pantaloni, e la cambi. Ora va meglio. Ti trascini in cucina, dove sai che troverai l’unica parte decente del tuo risveglio. Il latte e i biscotti. Sicuramente il latte sarà troppo freddo o troppo caldo, sicuramente i biscotti non saranno quelli che piacciono a te. Ma intanto ci sono. E mentre sei lì che li immergi, che cerchi di recuperare coscienza di ciò che ti sta intorno, senti le energie che aumentano, la testa che inizia a funzionare.

Questo dev’essere un editoriale. Qualcosa di caldo e goloso, che trovi già pronto al mattino. Qualcosa che ti dia l’energia per iniziare, che ti stimoli e che ti faccia pensare. Che ti faccia pensare alla tua giornata, alla tua settimana, ai tuoi obiettivi, alla tua vita. Che ti costringa a interrogarti su ciò che ti circonda, mentre tu ancora dormi, con la mente fra le lenzuola calde. Dev’essere qualcosa che ti lasci quel sapore dolce e avvolgente in bocca quando ti alzi. Dev’essere un Latte e Biscotti.