I Fratelli Slip
fratelli slip

I Fratellislip suonano musica con influenze brit pop, rock: ma senza le tastiere. Il nome è un connubio tra un legame di fratellanza che intercorre tra i membri della band e una nota ironica. La parola ‘Slip’, per l’appunto, è la traduzione letterale in inglese della parola ‘sdrucciolo’.

B I O

Alcune versioni invece affermano che il loro nome sia dovuto ad un incontro casuale nelle Slip Mountains nella West Coast degli Stati Uniti oppure ad un’esperienza trascendentale avuta a Barcellona dopo aver mangiato il pesto ‘Slip’.

Si formano a inizio 2017 e, fin da subito, Lori (voce), Gabe (chitarra), Ale (batteria) e Dave (basso) iniziano a scrivere pezzi inediti ispirandosi a gruppi britannici come Arctic Monkeys, Radiohead, Muse e Biffy Clyro, aprendosi allo stesso tempo a nuove ricerche sonore.

A maggio 2018 pubblicano il loro primo Ep ‘Duemila905’ per Pan Music Production, il quale è disponibile su tutte le piattaforme digitali. È un lavoro che parla principalmente di dipendenze e come porvi rimedio. Spesso e sovente ci si riferisce alle dipendenze da stupefacenti, ma nell’EP si intendono come forme di relazione nocive, catene morali e la trappola dell’attrazione nei confronti di anime maledette incarnate da corpi angelici. “Katie”, “I’m so mind”, “Chains”, “Duemila905” e “Belgrado” raccontano molto del passato personale della band attraverso una sperimentazione di generi di stampo eclettico ma pur sempre di richiamo alle sonorità britanniche.

Poco dopo l’uscita del loro primo lavoro, le date di promozione li permettono di cavalcare palchi prestigiosi della scena torinese quali: OGR, POP (ex Lavanderie Ramone), Teatro della Concordia, Teatro Erba, CPG e Padiglione 14 (location interna del Flowers Festival). Nella primavera del 2019, la band aprirà concerti di artisti del calibro di Fadi e della band inglese Swoon.

Rispondi